Oggi ci occupiamo di un tema attuale, che è l'interesse crescente del mondo occidentale contemporaneo per la spiritualità orientale. A questo proposito abbiamo preparato una breve scheda, che ci introduce all'argomento e poi passeremo al dibattito. Dal positivismo scientifico al materialismo marxista, dalla secolarizzazione e demitizzazione delle chiese al consumismo capitalistico, tutti i principali sistemi di valori predominanti nell'Occidente contemporaneo, hanno rinforzato una incontri con mauro bergonzi dell'esperienza interiore e una massiccia repressione della sensibilità religiosa, al punto che Ronald Laing scriveva negli anni Sessanta: Il nostro stato normale e ben adattato non è molto spesso che una rinuncia all'estasi, un tradimento delle nostre più vere potenzialità. Molti di noi riescono fin troppo bene a costruirsi un falso io per adattarsi a una falsa realtà. Da un lato la moda dell'occulto, le sette suicide, il fascino dell'esotico e dell'esoterico, la sottomissione a sedicenti guru, le superstizioni millenaristiche. Dall'altro cascina gatto incontri ricerca di un'autentica esperienza spirituale, vissuta in prima persona, senza intermediari attraverso un lavoro interiore che coniughi insieme contemplazione e azione. In tale prospettiva l'incontro con la spiritualità orientale rappresenta per alcuni occidentali una preziosa occasione per riscoprire attraverso un terreno religioso vergine, dominato da pregiudizi e da antiche incontri con mauro bergonzi, la dimensione del sacro, celata nell'intimo di ciascuno. Il viandante deve bussare a molte porte straniere per arrivare alla sua e bisogna viaggiare per tutti i mondi esteriori per giungere infine al sacrario più segreto, all'interno del cuore. Questa differenza tra Oriente e Occidente, che quindi non è tanto a livello geografico, quanto piuttosto culturale, filosofico-religioso, da dove nasce realmente. Perché la nostra civiltà reprime gli istinti? Da cosa nasce l'oblio dell'essere? Di conseguenza quindi per quale motivo l'uomo occidentale, soprattutto in questi giorni, adesso sente questo bisogno di tornare alle origini, quindi attraverso proprio la filosofia o la religione, che dir si voglia, orientale? Negare che incontri con mauro bergonzi siano delle differenze tra Oriente e Occidente è chiaro che sarebbe assurdo. Nello paulina incontri gallarate tempo, quando uno si accosta, comincia ad approfondire questi argomenti, ci si rende conto che in realtà poi non esiste un Occidente compatto e un Oriente compatto, ma ci sono tanti Occidenti e tanti Orienti.

Incontri con mauro bergonzi I nostri libri

Ma la risposta al mistero della vita non sta nel pensiero: Adesso è chiaro che né l'occidentale né l'orientale vogliano rinunciare. Fondamentale in questo senso è stata la sua assidua frequentazione degli insegnamenti di Nisargadatta Maharaj, Jiddu Krishnamurti e Tony Parsons. Cioè, quando noi leggiamo che una civiltà, una religione, degli eventi storici, è chiaro che bisogna tener conto di tanti livelli insieme. Anatomia del colpo di scena. Allora che cos'ha in comune il nichilismo da un lato, l'eternalismo dall'altro? Per ulteriori informazioni o per negare il consenso a questi cookie, accedi alla Informativa sull'utilizzo dei cookie: Ma poi devo guardare. Vedi tutte le news. È possibile partecipare ai tre eventi separatamente. L'unica dimensione possibile per la persona è quella dell'amore. Allora quello che è successo ultimi decenni, direi, è successo che attraverso una conflittualità con il mondo laico la chiesa ha attraversato un processo di secolarizzazione, cioè ha cercato sempre più di demitizzare i suoi miti, ha cercato di ridurre e razionalizzare i suoi riti. Tornare alla sorgente Osho.

Incontri con mauro bergonzi

Condivisione dell'essere (sat-sang) con Mauro Bergonzi. ROMA. Lo Studiolo (Via E. Stevenson 24 - Cortile dei Palazzi Federici - Zona Viale XXI Aprile-Piazza Bologna) Gli incontri si svolgono un sabato al mese dalle alle nelle seguenti date: 06/10/ 24/11/ Mauro Bergonzi Bio Autore di saggi in campo orientalistico e psicologico, a partire dagli anni ’70 per più di trent’anni ha approfondito i percorsi meditativi di varie tradizioni orientali (vipassana, zen, rdsogs ch’en, advaita-vedanta e taoismo) con uno spirito di ricerca libero da dogmi e adesioni confessionali. come parte della serie #RisvegliarsiallaCoscienza, abbiamo il piacere di ospitare nuovamente il maestro Mauro Bergonzi, profondo conoscitore della filosofia non duale, che condivide con satsang e seminari da molti anni il messaggio della non separazione tra gli esseri viventi. come primo appuntamento del e come parte della serie #RisvegliarsiallaCoscienza, abbiamo il piacere di ospitare il maestro Mauro Bergonzi, profondo conoscitore della filosofia non duale, che condivide con satsang e seminari da molti anni il messaggio della non separazione tra gli esseri viventi.

Incontri con mauro bergonzi